HOTEL BELLA ITALIA

VERONA, 2019 – Dopo aver sfornato varie traduzioni italiane di canzoni celebri, principalmente di Leonard Cohen ma anche di Rolling Stones e Dire Straits, Marco Ongaro aggiunge un nuovo capitolo alla sua carriera di artista divulgatore con la pubblicazione in italiano del brano più famoso degli Eagles.

Hotel Bella Italia, singolo prodotto da Gandalf Boschini per l’etichetta D’autore/AzzurraMusic, è la versione italiana di Hotel California, canzone che nel 1977 riscosse un successo planetario nella rappresentazione disillusa delle generazioni rock che registravano il crollo dei sogni libertari e pacifisti del decennio precedente.

«Quando sono arrivato a tradurre il ritornello» dichiara Ongaro «mi sono reso conto che la fedeltà al testo avrebbe richiesto uno scarto che lo avvicinasse al mondo socioculturale della lingua in cui stavo riversando il brano. L’Italia non è la California e chiunque sia interessato ad ascoltarne il significato rischia di sentirsene estraneo per la collocazione geografica spaesante. È bastato immaginare che la stessa storia si stesse svolgendo sulla nostra penisola perché la versione integrale del testo si acclimatasse alla nuova localizzazione attualizzandone come per incanto anche l’epoca».

Con questo singolo, a un anno dal decimo album intitolato Il fantasma baciatore, Marco Ongaro riafferma la sua vitalità con un intervento culturale non limitabile alla sfera del pop, in linea con la già nota veste di cantautore attento anche al ruolo civile che la creazione di un’opera dell’ingegno comporta.

Hotel Bella Italia
Arrangiamento: Pepe Gasparini
Voce: Marco Ongaro
Basso: Pepe Gasparini
Batteria: Giovanni Franceschini
Chitarre elettriche: Fabio Basile e Cristian Montagnani
Chitarra acustica: Cristian Montagnani
Pianoforte e tastiere: Daniele Rotunno
Cori: Rossana Valier e Lucia Corona Piu
Registrato nel giugno 2019 presso Aloud Verona

Autore