AI

AI – Testi

SPIRITI SPIRITOSIAVANTI

Ma che strana situazione
quella in cui mi son trovato
che sono appena morto
e non ancora nato
Ma che starna sensazione
ricevere un invito
In questo mondo vuoto
così pieno di infinito

Ecco s’aprono i cancelli
nel castello d’aldilà
invitati brutti e belli
a questo splendido gala

E voilà spiriti allegri
spiriti furtivi di cari vecchi ladri
spiriti conducenti
padroni delle autostrade
forse un po’ imprudenti
ma senz’altro in buona fede
Poi, spiriti delicati
e spiriti aggressivi
che disturbano indisturbati
le anime dei vivi
E voilà

Spiriti amanti
che si cercano nei saloni
percorsi da inquietanti ricordi di emozioni
Spiriti di artisti
che volevano sfondare
nonostante siano tristi continuano a parlare
Spiriti impazienti
di uomini in affari
Spiriti disattenti
di grandi luminari
Spiriti emergenti
di bravi minatori
Spiriti ambulanti
di grandi viaggiatori

La festa che era al culmine
si sta sfollando già
Ci vedremo fra un centinaio d’anni
al prossimo gala
E voilà

Tutti via di corsa
E quell’anima biondina
è subito scomparsa
Peccato perché insieme a lei
ci provavo gusto
Spero se ne sia andata
ad animare il corpo giusto
Quello che ho trovato io
è un po’ duro da accettare
ha la pelle troppo scura
ma la vita non può aspettare
E voilà